A cura di Maria Letizia Borgia (proprietà riservata)

Partiamo da non troppo lontano e facciamo un breve “viaggio” nella logica della conoscenza per evidenziarne i collegamenti secondo noi salienti.

Se fu l’occhio indagatore della scienza a far si che scienziati come Galileo scoprissero nuove idee come ad esempio che la terra ruota intorno al sole, fu però la magnificenza dell’occhio della meraviglia mistica ad indagare oltre i comuni termini della razionalità.

È nel riconoscimento di questa realtà celeste che uno scienziato grande come Einstein ha affermato solennemente che non può esserci nessuna teoria per mezzo della Sperimentazione Empirica.

Una Teoria Arriva Soltanto Attraverso L’ispirazione.

È L’ispirazione che nutre l’anima della scoperta, come FONTE unica di conoscenza. Sorgente che noi, per necessità di linguaggio e senza rischiare di offendere nessuno chiameremo semplicemente FONTE.

Essa punta il dito

  • in primo luogo verso forme di esistenza sociale agendo da dinamica propulsiva per nuove scoperte scientifiche.
  • in secondo luogo come SPIRITO DEL TEMPO, visto come una ENTITA’ consistente ed esistente che determina non solo il primae il dopodegli accadimenti, ma ne scandisce il ritmoe ne determina la sostanza, il contenutoe la qualità. Ne definisce il QUANTOdella distribuzione delle energie. È la quantità di Tempo che dedichiamo alle cose che ne modifica la qualità, è la quantità di Tempo che dedichiamo a qualsiasi azione che ne determina l’importanza, la riuscita o il fallimento. Ma è il QUANDOci troviamo in un luogo, in una situazione, a determinarne la risoluzione o la complicazione.

La realtà storica conosciuta, conferma che entrambi i padri della teoria materialistica, Cartesio e Newton, furono benedetti dell’ispirazione.

Nel dare uno sguardo alla discesa della dinamica dell’ISPIRAZIONE ci imbattiamo in un affascinantissimo fenomeno globale e ci troviamo di fronte alla sorprendente realtà che molti dei grandi pensatori, filosofi, “maestri” come PITAGORA, ZOROASTRO, Lao Tzé   erano quasi contemporanei.

Per scoprire il mistero dietro a queste coincidenze da capogiro, noi confidiamo di esaminare come la Fonte opera per quanto concerne il flusso dell’ispirazione verso varie aree del globo con queste diverse visioni.

La Fonte e il sistema planetario inteso come ABITAT o SETTING, lavorano mano nella mano come se ci fosse un PROGETTO al di sopra di ogni esistenza nel quale ogni esistenza stessa si colloca.

Perché si afferma questo? Riteniamo che non sia un caso che la Terra ad esempio sia divisa in emisferi e subisca in modo opposto l’influenza del sole e della luna.

Così come queste due “entità” condizionano l’agricoltura, l’acqua, gli animali, condizionano anche il comportamento dell’essere umano e dunque le abitudini, le reazioni e le tendenze collettive. Come loro anche tutte le altre. Senza dover far appello alla fisica dei quanti che ha ormai dimostrato quanto e come tutto ciò che è presente in un contesto visibile e non, percettibile e non) possa determinarne condizionamenti e reazioni, ci basta parlare del “fastidio” che provoca su ognuno di noi un semplice rumore di sottofondo anche se non lo ascoltiamo in modo razionale e consapevole. La teoria della spina sotto il piede. Argomento ben sviluppato nella spiegazione del comportamento umano da noi osservato.

Da questo se ne deduce i perché dell’evidente differenza di VISIONE tra l’ORIENTE e l’OCCIDENTE che genera una diversità oggettiva di approccio in tutte le sfere dell’esistenza:

  • Sociale- Politica
  • Business
  • sportiva
  • Educativa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...